Sostienici

Donazioni

donation-color

In qualsiasi momento è possibile destinare un contributo liberale alla Fondazione Rosa dei Venti ONLUS che verrà utilizzato per garantire continuità alle attività di svolte dalla fondazione.

Come puoi donare:

BONIFICO BANCARIO
Banca: Credito Emiliano spa - CREDEM - Corso XXV Aprile, 145 - 22036 Erba (CO)
c/c N. 775
ABI 03032
CAB 51270
IBAN: IT33U 03032 51270 01 000 000 0775

VERSAMENTO POSTALE
C/C POSTALE n° 40712200

La Fondazione Rosa dei Venti è una ONLUS e pertanto ogni contributo versato in suo favore è fiscalmente deducibile o detraibile per le persone fisiche o per le imprese secondo le norme vigenti.
A tal fine è necessario conservare la ricevuta di versamento.

Inoltre, puoi sostenerci:

  • offrendo il tuo tempo come volontario
  • con un lascito testamentario, un legato, una donazione in vita
  • con una donazione in memoria
  • con una donazione in occasione di un lieto evento
  • con il tuo 5x1000

5x1000

È un gesto semplice e non oneroso che ogni anno ti permette di contribuire concretamente al sostegno della nostra causa sociale.

Per la Fondazione Rosa dei Venti ONLUS il tuo 5x1000 è una straordinaria fonte di finanziamento che ci aiuta a garantire continuità e qualità ai preziosi servizi che offriamo.

Come puoi donare il tuo 5x1000:

Bastano pochi e semplici passi. E in più non costa nulla!

number-one-in-a-circle
Prendi la tua dichiarazione dei redditi (730, CUD, Unico).
number-two-in-a-circle
Nella sezione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL 5X1000”, firma all’interno della casella “SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO E DELLE ALTRE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITÀ SOCIALE”.
number-three-in-a-circle
Riporta sotto alla firma il CODICE FISCALE della Fondazione Rosa dei Venti ONLUS 12222610151.
charity-donation-color

Lasciti testamentari

will-color

Fare testamento è una scelta responsabile

In Italia, negli ultimi anni, sono in aumento le persone che decidono di fare testamento come atto di responsabilità verso se stessi e, soprattutto, verso i propri cari. Cresce anche il numero di coloro che si dichiarano favorevoli a destinare una parte dei propri beni a Cause Sociali come la nostra, con la volontà di contribuire a lasciare un mondo migliore alle future generazioni.

Il testamento solidale è un gesto alla portata di tutti, non solo delle persone più facoltose.

Fare testamento e farlo per tempo:

  • Assicura che le proprie volontà saranno rispettate;

  • Garantisce i propri figli, specie se minorenni;

  • In sua assenza, la suddivisione del patrimonio è stabilita per legge;

  • In base all’Art. 586 del Codice Civile, in assenza di testamento e in mancanza di legami di parentela entro il sesto grado, i beni vengono automaticamente trasferiti allo Stato.

Quota legittima, quota disponibile:

  • In Italia vige la “legittima” quota riservata per legge e garantita agli eredi, anche contro la volontà del testatore;

  • Resta sempre una quota disponibile di cui il testatore può disporre come desidera, che varia in funzione dell’asse ereditario.

Come fare testamento

Testamento olografo
  • Atto scritto interamente di proprio pugno in modo chiaro e leggibile, non in stampatello, né a macchina, né a computer;

  • Deve contenere tutti i dati anagrafici: nome, cognome, luogo e data di nascita: residenza destinatario e l’oggetto del lascito;

  • Deve essere firmato e datato;

  • Non deve essere necessariamente depositato presso un notaio anche se è consigliabile farlo per evitare smarrimenti e/o malintesi e liti fra eredi.

Testamento pubblico
  • Atto redatto da un notaio che raccoglie la volontà del testatore e la traduce in termini giuridici, alla presenza di due testimoni;

  • Viene conservato negli atti del notaio e reso pubblico a seguito del decesso del testatore.

Testamento segreto
  • Atto redatto anche a macchina o a computer, firmato e consegnato al notaio in presenza di almeno due testimoni.

Altri modi per esprimere le proprie volontà
  • Legato: disposizione testamentaria che attribuisce un bene (denaro, titoli azionari, immobili) a favore di una persona o un ente, senza che siano nominati eredi.

  • Polizza assicurativa: l’assicurato può indicare uno o più beneficiari in caso di decesso e può in ogni momento sostituire persone o enti già precedentemente stabiliti.

  • Donazione in memoria: è un modo per ricordare e onorare la persona cara scomparsa. Oltre che dai familiari, può essere effettuata da amici, conoscenti, colleghi.

Perché sceglierci

Un lascito, un legato, una donazione a destinati a Fondazione Rosa dei Venti onlus garantisce continuità:

  • alle nostre comunità residenziali, che accolgono minori e adolescenti con problematiche psichiche e comportamentali;

  • ai nostri centri diurni, strutture semi-residenziali che accolgono adolescenti di entrambi i sessi tra 13 e 18 anni, con disagio psichico e affettivo, accompagnandoli in un percorso di reinserimento graduale nella società, nella scuola o nel mondo del lavoro;

  • alle “Reti di prevenzione” i cui interventi nelle scuole medie inferiori e superiori coinvolgono adolescenti, genitori e insegnanti, allo scopo di:
    - approfondire dinamiche nel rapporto tra genitori e figli;
    - affrontare il crescente multiculturalismo;
    - offrire strumenti di contrasto al bullismo, al cyberbullismo, all’uso di alcol e di sostanze stupefacenti, alle ludopatie, all’abbandono scolastico;
    - prevenire l’abbandono scolastico;
    - favorire il dialogo tra mondo adolescenziale e adulto.

Rispetteremo le vostre volontà

La Fondazione saprà valorizzare tanta generosità e assicurare sostenibilità ai propri interventi e progetti.

Benefici fiscali per chi dona

La legge 80/05, approvata a seguito della campagna " + dai - versi ", prevede un regime particolarmente conveniente per chi decide di donare ad una ONLUS.

La Fondazione Rosa dei Venti è una ONLUS, pertanto la persona fisica o l'impresa che effettuino un'erogazione liberale (donazione) a favore della Fondazione possono scegliere il trattamento fiscale di cui godere, ossia possono decidere se inserire il contributo erogato tra gli oneri deducibili o tra le detrazioni per oneri.

Sei una persona fisica?

Allora potrai decidere in alternativa di:

  • Detrarre dall'imposta lorda il 26% dell'importo donato, fino ad un massimo di 30.000,00 euro (art.15, comma 1 lettera i-bis del D.P.R. 917/86 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi).

  • Dedurre dal tuo reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e, comunque, nella misura massima di 70.000,00 euro annui (Decreto Legge 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005).

Sei un'azienda?

Allora potrai scegliere in alternativa se:

  • Dedurre dal reddito le donazioni per un importo fino a 30.000,00 euro o al 2% del reddito d'impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi)

  • Dedurre dal reddito le donazioni, in denaro o in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).

  • Dedurre il costo del personale per servizi gratuiti fino al 5 per mille del costo complessivo (art.65 comma 2 lettera c- septies del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con il decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.917).

  • Non rilevano ai fini del reddito le cessioni gratuite delle derrate alimentari e prodotti farmaceutici (art. 13 D.L. 460/97).

  • Non rilevano ai fini del reddito le cessioni gratuite di beni il cui costo specifico non superi 1032,91 €, (concorre al limite di cui al punto 1).

Sia per le persone fisiche che per le aziende, ai fini della deducibilità/detraibilità dell'erogazione, il versamento deve essere eseguito obbligatoriamente tramite operazioni bancarie (con bonifico, assegno bancario o carta di credito online) oppure attraverso operazioni postali (tramite conto corrente postale).

Non dimenticare di conservare:

  • la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;

  • l'estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;

  • l'estratto conto del conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico o RID.

ATTENZIONE: le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro. Le donazioni in contante e la quota associativa annuale non rientrano in alcuna agevolazione.

charity-money-color